Aglio Nero

Aglio nero: l’ingrediente gourmet amato dagli chef stellati

Inauguriamo il nostro blog #mangiadifferente con un articolo dedicato ad un ingrediente a noi molto caro, l’aglio nero. Buona lettura.

Anche se le sue origini non sono ben definite, si può ben affermare che l’aglio nero (black allium) derivi dalla cultura asiatica della fermentazione. Probabilmente proveniente dalla Corea si è diffuso rapidamente prima negli Stati Uniti poi in Europa (di cui è grande produttrice la Spagna).

Il suo sapore è molto particolare e le proprietà benefiche tipiche dell’aglio non si perdono nel processo che lo rende nero. In breve tempo è infatti diventato un ingrediente diffusissimo anche nelle cucine stellate, per la preparazione di raffinati e prelibati piatti.

Ma insomma cos’è veramente questo ingrediente di cui gli chef stellati sembrano non fare più a meno? L’aglio nero si ottiene tramite la fermentazione dell’aglio fresco a temperatura e umidità controllate, i bulbi freschi restano per circa un mese ad una temperatura compresa tra i 60 e i 90 gradi e con un tasso di umidità che oscilla tra l’80 e il 90 percento. Dopo questo periodo viene fatto ossidare per altri 45 giorni. Questo processo processo rende gli spicchi d’aglio neri, dalla consistenza molle e gommosa, donandogli però un gradevole retrogusto di liquirizia, di datteri e di balsamico sul palato. 

In bocca è una vera sorpresa, è sapido e dolce al tempo stesso; molto versatile negli abbinamenti per dare quel qualcosa in più ad ogni piatto, dolci compresi. Si sposa bene con carne cruda o cotta, formaggi, verdure, nelle salse o nelle zuppe. Da provare saltato con aglio, olio e peperoncino per una pasta veloce, oppure mescolato al burro spalmato sul pane caldo, o per fare una maionese alternativa. Date sfogo al vostro estro in cucina, poiché il sentore di aglio resterà molto lieve, arricchendo le vostre preparazioni di dolcezza e complessità aromatica e… niente alito cattivo!

In questo periodo al Food Lab lo proponiamo sotto forma di salsa come complemento ad un risotto alla zucca con del guanciale croccante, un piatto che ci sta dando buoni e continui riscontri da parte dei nostri clienti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: